GIORNI FELICI

Di Samuel Beckett
Diretto da Jairo Cuesta
Interpretato da Sista Bramini e Jairo Cuesta, con la partecipazione di Maia Borelli, Anna Maria Matricardi e Maria Mazzei
Presentato a Città di Castello, Fiera delle Utopie concrete

Con questo spettacolo il gruppo è entrato in relazione con un testo drammaturgico, avviando un rapporto con la poetica di Beckett che si è rivelato particolarmente stimolante per la ricerca di ulteriori messe in scena in luoghi naturali. La protagonista di Giorni felici, immersa nella terra fino alla vita e successivamente fino al collo, viene, in questa versione, collocata in una vera terra, sotto un vero cielo, verso una vera notte. La presenza reale degli elementi naturali non ha in alcun modo ridotto la forza metaforica della proposta beckettiana; al contrario ci è sembrato che, continuamente in bilico sulla coscienza della propria condizione, il personaggio sprofondasse in una dimensione che arricchiva la complessità del dramma in un confronto tangibile (a volte stridente, a volte allusivo di una misteriosa possibilità di sintesi) con l’indifferenza e la vitalità naturale.