Nel Vivo

15 settembre 2018

Cascina del Parco, Parco Nord Milano,
ore 17.30

NEL VIVO. Serenate, lamenti e altri canti dell’anima

Concerto per voci, gesti e luoghi
di e con Camilla Dell’Agnola e Valentina Turrini
a cura dell’Ass. O Thiasos TeatroNatura, diretta da Sista Bramini

Serenate, ninna nanne, lamenti con funzioni sociali ed esistenziali precise: suscitare e nutrire l’amore, acquietare e accompagnare il sonno dei piccoli, aiutare e modulare lo straripare della sofferenza e la sua condivisione. Questi canti sono testimoni e attivatori di sentimenti in via di estinzione: la dignità nel dolore; la liberazione dionisiaca della sensualità e del ritmo nella pulsazione vitale; le nostalgie dell’esilio e gli struggimenti amorosi che, dilagando nel paesaggio interno ed esterno, divengono un tutt’uno con esso. Sono la “poesia anonima” dei nostri antenati, la radice da cui siamo scaturiti e vibrano nelle nostre fibre più profonde. Sono i canti dell’anima, i canti della presenza. Sono timbri, ritmi e melodie in grado di assorbire le acustiche di un luogo e dalle sonorità degli esseri che lo abitano, ritrovare un’empatia con quelle atmosfere e irradiare tutto ciò al cospetto di una nuova comunità.
Sono le due attrici-cantanti a farsi veicolo, in una dimensione lirica-teatrale, per esprimere e condividere il cantare in un luogo, indagandonele caratteristiche acustiche, spaziali e poetiche, come esperienza soggettiva ed universale.
Il repertorio di canti proposti attraversa l’universo di diverse culture tradizionali radicate nel mondo. I testi, spontaneamente cantati da quelle tradizioni e da noi rinnovati col nostro cantarli oggi, sono vere e proprie poesie in cui l’essere umano trovandosi di fronte a se stesso e non sapendo come parlarne nel linguaggio ordinario, ha scelto la via della poesia in canto come più efficace espressione del sé in relazione all’universo. Spesso sono canti che hanno in sé metafore di Natura come se fosse la ’casa’ più somigliante alla Natura dentro.
Il pubblico ascolterà i canti della tradizione italiana, europea e asiatica, eseguiti a cappella e con l’accompagnamento di strumenti musicali in luoghi del Parco scelti per far dialogare l’armonia, la melodia, il ritmo e il timbro del canto col Genius loci.

Festival della Biodiversità 2018 

I commenti sono chiusi.